Itinerario 09: Tizzana-Buriano-Lucciano

Venendo da Poggio a Caiano, per arrivare a Tizzana, passiamo dalla borgata di Catena ed attraversiamo una zona dove sorgono belle ville signorili: villa Lenzoni, villa Comiolo, villa Gazzola, villa Ulivi, villa Martelli, villa Baldi. Arriviamo quindi a Tizzana che è il centro più vicino all'inizio dell'itinerario.

Tralasciata a destra la strada (m 162) che conduce a Santellemura e a sinistra quella asfaltata per S. Maria a Colle, da Tizzana (m 162) si prende la strada asfaltata che scende per Quarrata sino a raggiungere l'incrocio (m 113) presso un tabernacolo, dove ha inizio l'itinerario segnalato. Prendiamo a diritto per via Burianese procedendo tra villette ed in salita finche' il fondo non diviene sterrato (m 140).

A questo punto si inizia a scendere: di fronte abbiamo una bella veduta del crinale del Montalbano e camminiamo tra gli oliveti fino ad un bivio (m 126) dove, tralasciata la strada a destra, si prosegue a diritto; quindi giungiamo ad un altro bivio che prendiamo a destra e, dopo un gruppo di case coloniche denominato Le Piagge (m 137), si prosegue in falsopiano per poi scendere lungo la sterrata fino al fondovalle dove si supera un fosso vicino ad un vecchio lavatoio. A questo punto si inizia a risalire fino al piccolo borgo Il Pollaiolo (m 82) dove passa la strada asfaltata che collega Quarrata a Buriano: prendiamo questa a sinistra, salendo tra i vigneti e poco dopo ne imbocchiamo un'altra a destra. Superato un ponticello, la strada comincia a salire decisamente, descrive un grosso tornante ed arriva ad un podere dove termina il fondo asfaltato.

Proseguiamo in salita su di un sentiero che ci porta ad un gruppetto di case coloniche con stemma gentilizio; si prosegue lo stradello d'accesso che ci riporta ad un tabernacolo, sulla strada asfaltata Buriano/Quarrata. Qui prendiamo a destra per Buriano giungendo alla chiesa di S. Michele Arcangelo (m 181). Arrivati alla chiesa, abbandoniamo la strada asfaltata per girare in discesa a destra lungo la "via crucis" che si sviluppa lungo le mura esterne. Prima di arrivare al piccolo cimitero, bisogna girare a sinistra in salita lungo le mura, fino a sbucare sul piazzale antistante la facciata della chiesa, da dove si godono ampi panorami sull'Appennino, la pianura, Prato e Pistoia. Non lontano da Buriano, in direzione di Quarrata, troviamo villa Befani.

Dal piazzale della chiesa prendiamo la strada in discesa che poco dopo risale. Arriviamo ad un quadrivio presso un tabernacolo e continuiamo a diritto in discesa per una mulattiera. Superate due case coloniche, una sulla sinistra ed una sulla destra, giungiamo in fondo alla valletta ed al gruppo di case, dove lo stradello denominato via delle Mulina comincia a salire tra oliveti e vigneti. Il fondo diviene asfaltato. Superati due stradelli sulla sinistra, se ne imbocca un terzo all'altezza di una casa, che sale decisamente verso Montorio e, in prossimità delle prime case, diviene asfaltato.

Incrociamo via Carraia che prendiamo a sinistra ed arriviamo così al centro di Montorio (m 179) dove ci fermiamo per visitare l'oratorio di S. Martino. Poco distante, in direzione di Quarrata, troviamo villa Baldi. Lasciata via Carraia, continuiamo sulla destra per una strada asfaltata che passa tra oliveti e scende fino a vecchie case abbandonate; qui attraversa un torrente su un piccolo ponte, quindi risale fino alla chiesa di S. Stefano a Lucciano (m 179). Poco prima della chiesa di S. Stefano, presso un tabernacolo, prendiamo la strada in discesa che sfiora il giardino di villa Spalletti (m 188), il podere Tobbiana ed altri edifici rurali. Ad un bivio si prende a sinistra verso Lucciano, si supera sulla destra un ponticello e quindi si lascia la strada asfaltata per imboccare, ad un tornante, il sentiero che sale a destra tra gli olivi sino a sbucare sulla strada Lucciano/Quarrata. La si prende a sinistra raggiungendo l'it. 13 (Quarrata/Colle M. Fiore), dove termina la nostra passeggiata.