Itinerario 13: Quarrata-Lucciano-Colle di Montefiore

Facendo solo pochi chilometri nei dintorni di Quarrata, troviamo vari centri abitati che nel passato hanno avuto un'importanza religiosa e di cui ancor oggi rimangono a testimonianza le chiese. Essi sono: Ferruccia, Vignole, Valenzatico, Campiglio, Santonuovo, Casini. La passeggiata L'itinerario a piedi ha inizio all'estremità occidentale di Quarrata.

Dalla piazza centrale si imbocca via Pistoia proseguendo per circa trecento metri fino a raggiungere una traversa sulla sinistra dove ha inizio l'it. 13 e dove troviamo l'indicazione per villa La Màgia. Passata la villa, si prosegue a diritto per poi piegare prima a destra e poi a sinistra e prendere il sentiero in direzione di due cippi. Giunti alla loro altezza, si imbocca il sentiero che sulla destra si addentra nel bosco.

Usciti dal bosco siamo obligati ad una deviazione sulla sinistra per procedere parallelamente nel sotto stante campo a destra sino a raggiungere una sbarra di metallo, oltre la quale ci immettiamo nella discesa a sinistra dove si trova un tratto ben conservato del Barco Reale Mediceo. Superata una grossa villa sulla destra ed un gruppo di case sulla sinistra si prosegue a diritto fino ad un trivio da cui si procede a diritto in via del Sole fino ad un successivo incrocio a T dove voltiamo a sinistra. Sulla destra c'è una casa nei pressi di una curva e a sinistra in basso si scorge un laghetto; arriviamo quindi al podere Leano (m 151) e proseguiamo in falsopiano sino ad un trivio nei pressi di una villetta.

Tralasciata a destra la sterrata che porta a Montemagno, si prende a sinistra il sentiero di mezza costa che procede per circa cinquecento metri tra i campi. Toccato un podere, si sale fino alle prime abitazioni di Lucciano (m 182). Prendiamo ora la strada asfaltata che sale sulla destra verso il centro del paese. Alla nostra sinistra arriva l'it. 9 proveniente da Tizzana.

Ad un trivio si imbocca via delle Poggiole a destra in leggera salita e, ad un successivo trivio, si prosegue per lo stradello centrale salendo fortemente; ad un tratto cessa l'asfalto e si passa vicino ad un'abitazione con un tabernacolo. II sentiero prosegue fino all'asfaltata che prendiamo a destra percorrendone poche decine di metri.

Giunti ad un trivio si volge a destra fino all'insegna del paese di Lucciano (v. it. 9) qui pieghiamo a destra fino ad un bivio (m 265) con una vecchia croce in ferro. Qui ci teniamo sulla destra percorrendo un antico tracciato che collegava il versante di Quarrata con quello di Lamporecchio: si risale e attraversato il torrente si arriva ad una biforcazione dove volgendo a sinistra si sale al Colle Monte Fiore (m 444) dove incrociamo l'It. 00 di crinale, concludendo la nostra passeggiata.

Sulla strada che conduce a Santonuovo, troviamo Montemagno con la Pieve di S. Giovanni Evangelista e molte belle ville: Rubattorno, Betti, Nesti, Sabatini, Belriposo, Baldi, La Vergine.