Itinerario 31: Serravalle Pistoiese-C. Barni-Castellina

Dopo aver dato uno sguardo alle belle ville nei dintorni di Serravalle (v. Dolfini, v. Nizzi, v. Monfaldino, v. Bepassi) che, essendo adibite ad abitazione privata, non si possono visitare, rechiamoci nel centro abitato di Serravalle ed iniziamo questa passeggiata che si svolge sulle pendici nord del Montalbano.

Si procede in direzione della Rocca Nuova e si scende a destra tra basse costruzioni verso il cimitero (m 152); qui ad un bivio si prende a destra e, toccando un secondo cimitero, si continua nella medesima direzione, salendo tra i coltivi. In prossimità di una casa si prosegue sulla destra: la strada sale con ampie curve per un viale fiancheggiato da cipressi, quindi nel bosco finche' si arriva ad una grande casa colonica; dove giriamo a sinistra per salire tra boschi ed oliveti.

Si continua a salire sfiorando due casolari sulla sinistra e, ad un bivio, si prende a destra una mulattiera fino ad arrivare alla dorsale, spartiacque tra la Forra di Cagnano ed il Fosso Mignandola. Si piega quindi nettamente a destra in direzione nord-est e ci si immette in una stradella carrozzabile che sale dalla vallata e ci porta a C. Barni. Passata la casa, una deviazione non segnata, a sinistra, scende nel bosco di Cagnano dove possiamo ammirare alcune sughere.

Procediamo in lieve salita ed arriviamo a La Serrina dove ad un bivio prendiamo a diritto in leggera salita su una carrozzabile. Ad un successivo bivio si prende la prima carrozzabile sulla destra, in salita, poi la deviazione a destra. Superata una casa, di nuovo ci si immette in una mulattiera sulla destra. Procediamo sul sentiero erboso di mezzacosta fra querceti ed oliveti finche' non troviamo la strada asfaltata che imbocchiamo in discesa e che ci porta all'incrocio con la strada che collega Marrazzano a Castellina, vicino ad un piccolo cimitero.

Attraversata l'asfaltata, si imbocca una stradina, alla sinistra del cimitero, e si prosegue in leggera discesa: la stradella diventa sterrata ed attraversa una zona coltivata ad olivi. Arriviamo ad un ponticello su un corso d'acqua e successi- vamente ad un bivio dove prendiamo a sinistra per il paese di Castellina, termine dell'itinerario. Raggiunte le prime case, entriamo nel centro abitato dove possiamo trascorrere qualche minuto leggendone la storia e visitando l'antica pieve dei Santi Filippo e Giacomo.